La chiesa predica l’amore, ma è indifferente agli animali. Vergogna!!

Posted by
Gran parte del mondo cattolico è indifferente al planetario dolore degli animali uccisi nei mattatoi, nei boschi, nei mari, nelle arene; tormentati negli allevamenti intensivi, torturati negli stabulari della vivisezione, nei canili lager, nei circhi equestri, negli allevamenti da pelliccia, nei palii. Molti cattolici sono indifferenti alla disumana condizione cui vengono allevati e uccisi 100 miliardi di animali l’anno dall’egoismo umano.
La religione cristiana è la sola a seguire il sentiero dell’amore. Perché la misericordia del papa non supera gli umani? Per quale irragionevole motivo viene negata ogni pietà all’animale? Perché la chiesa di Cristo vive questa contraddizione disconoscendo il segno dei tempi delle nuove generazioni? Perché il Papa ed il clero non chiedono ai fedeli amore per tutte le creature di Dio?
Non si può parlare di amore, di pace e di giustizia e tacere sulle scelte personali che causano l’uccisione di creature innocenti, sensibili come l’uomo al dolore, alla disperazione, alla paura della morte.
Non può essere condannata la violenza sugli uomini e giustificarla sugli animali; non può essere invocato il rispetto per i deboli, gli indifesi mentre la nostra condotta si esprime in modo drammaticamente lesivo nei loro confronti.
CHIEDIAMO A PAPA FRANCESCO
DI ESPRIMERSI SUL DOLORE E SUL SANGUE INNOCENTE VERSATO DEI NOSTRI FRATELLI ANIMALI….
Di condannare la violenza sugli animali, l’orrore dei mattatoi, della vivisezione ed ogni altra forma di violenza verso tutti gli esseri non umani.
Gabriella Dimastrodonato (Facebook)
Si ricorda al clero e a tutti i suoi fedeli che la scienza ha riconosciuto tutti gli animali come coscienti e senzienti, pertanto soffrono, e sentono il dolore tanto quanto noi. Cari fedeli mangereste vostro figlio o lo terreste in un asilo intensivo. Non credo!! Allora rispettate gli animali…

Hits: 10

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *